martedì 25 ottobre 2016

9 Novembre di Colleen Hoover - Recensione

Non potrai mai essere te stessa se ti perdi in qualcun altro.

Titolo: 9 Novembre
Autore: Colleen Hoover
Genere: New Adult
Editore: Leggereditore
Prezzo cartaceo: 14,90€
Prezzo ebook: 6,99€
Data pubblicazione: 20 Ottobre 2016

Trama: Fallon incontra Ben, un aspirante scrittore, il giorno prima che lei parti per il suo viaggio. La loro inopportuna attrazione li spinge a passare insieme l’ultimo giorno di Fallon, a Los Angeles, e la sua vita diventa l’ispirazione creativa che Ben ha sempre cercato di trovare per il suo romanzo.
Col passare del tempo e tra le varie relazioni e tribolazioni delle loro vite separate, loro continuano a incontrarsi nella stessa data ogni anno. Fino a che un giorno Fallon inizia a dubitare se Ben le abbia detto la verità o architettato una realtà perfetta solo per effetto  dell’ultimo colpo di scena.
Può essere la relazione di Ben con Fallon – e contemporaneamente il suo romanzo – considerata una storia d’amore anche se finisce con un cuore spezzato?



Sto fissando questa pagina vuota da circa mezz'ora, ma non riesco a trovare le parole giuste per riempirla, forse non ce ne sono per descrivere le emozioni che ho provato. Forse non riuscirò a farvi capire quanto sia importate per me la storia tra Ben e Fallon.
9 Novembre è un libro che spezza il cuore ma che allo stesso tempo lo ripara, è la spinta che rompe il vaso e la colla che lo rimette insieme. E’ la pioggia durante i giorni di siccità, l’arcobaleno dopo la tempesta.  E’ la bellezza dell’amore dopo lacrime di tristezza.  I romanzi di Colleen Hoover parlano all’anima e questa volta la mia ha udito un qualcosa di più profondo.

Le sue lacrime e la mia anima vivono vite parallele.Corrono, soffrono, bruciano.Ripetono.Le sue lacrime e la mia anima vivono vite parallele.

Come faccio a parlarvi di Ben e Fallon, come? 

Come posso descrivervi la loro bellezza e fragilità? Loro hanno un qualcosa che ti spinge ad amarli incondizionatamente, nonostante gli sbagli, nonostante le scelte, nonostante la vita.
Fallon è cambiata. A sedici anni era un'attrice di successo, ma una notte, un terribile incendio l’ha segnata per sempre. E la prova di questo è lì, sulla sua pelle, con quelle cicatrici che le segnano il corpo e l’anima. Una ragazza è morta quella notte, la stessa che amava suo padre, quello che l’ha dimenticata nella casa in fiamme. E’ morta la Fallon sicura di sé, quella che non aveva paura di guardare un ragazzo negli occhi, quella che andava fiera del suo taglio corto. Adesso i suoi capelli sono lunghi e pesanti, e le ricordano cosa deve nascondere ogni giorno. Quell'incendio le ha portato via la sua bellezza, i suoi sogni e il suo futuro. Da quel giorno sono state quelle cicatrici a definire la sua esistenza, finché non arriva Ben. Il 9 Novembre, due anni esatti dopo quel giorno. Così quella data non sarà più fonte di dolore, ma di SPERANZA.
Anche Ben ha avuto una vita complicata, è orfano e per questo motivo forse è dovuto crescere prima del tempo. Lui SEMBRA così forte, così coraggioso e in pochissimo tempo scoprirà cosa significhi davvero star bene, come una persona possa essere sempre la tua alba, senza mai vedere il tramonto.
Il rapporto che si instaura fra Ben e Fallon è qualcosa di indescrivibile. Lui, da subito, dietro quelle cicatrici vedrà un’anima ferita e l’amerà così com’è.

“Mi fa incazzare che tu permetta a una cosa tanto piccola di definire una parte tanto grande di te. Tu sei bellissima, cazzo. E sei divertente. E le uniche volte in cui non sono completamente estasiato da te sono i momenti in cui ti piangi addosso.Perchè non so se te ne sei resa conto, ma sei viva. E ogni volta che ti guardi allo specchio non hai diritto di odiare quello che vedi. Perchè sei sopravvissuta, mentre un sacco di gente non è stata altrettanto fortunata.Perciò d'ora in poi, quando penserai alle tue cicatrici non ti sarà permesso avercela con loro. E qualsiasi ragazzo lascerai che le tocchi, farà meglio a capire di essere un privilegiato."

Fallon è una ragazza che cerca di farsi forza, lei non ha deciso di abbandonare i suoi sogni, ma ha trovato un altro modo per realizzarli. Ben riesce a farla uscire dal suo guscio, a farla sentire meno vulnerabile, la costringe a sfidare la vita, a mettersi in gioco, a sentirsi bella. Perché Fallon bella lo è davvero. Ha gli occhi di chi lotta e non si arrende, la forza di chi è caduto e si è rialzato da solo, e Ben l’ammira, ama quest’anima fragile e allo stesso tempo combattiva.

Lo capirai Ben. Quando sarai disposto a rinunciare alle cose a cui tieni di più per vedere felice l'altra persona, saprai che è vero amore.

I due faranno un patto che li legherà per i successivi cinque anni. Durante questo periodo di tempo dovranno crescere, porsi degli obiettivi e raggiungerli. Non sarà facile, ma in qualche modo quel 9 Novembre li spingerà a seguire il proprio destino e forse questo li porterà entrambi sulla stessa strada. Nonostante gli incroci, le deviazioni, i segnali di pericolo, alla fine raggiungeranno un traguardo migliore di quanto potessero mai sperare, li troveranno il perdono e l’amore.

Una delle cose che cerco di non dimenticare mai è che tutti abbiamo delle cicatrici. Molti ne hanno di peggiori rispetto alle mie. L'unica differenza è che le mie sono visibili, mentre quelle della maggior parte della gente non lo sono.

In questa storia c’è quell'amore che ci fa sentire speciali, quell'amore che ci fa capire che non dobbiamo concedere agli altri il potere di definirci, quello che ci dimostra che conta solo la nostra umanità, quello delle seconde occasioni. Amare ed essere amati è un grande privilegio. E’ donare se stessi a qualcuno e far si che questo si prenda cura di una parte di noi. Amare è svegliarti accanto a lui. Amare è prendergli la mano. Amare è confidargli le tue paure. Amare è condividere la tua felicità. Amare è anche lasciarlo andare.

“L'unica cosa che voglio più di ogni altra è che il mondo intero rida di te Ben.E non potrà accadere se ora non farò per te ciò che tu hai fatto per me il giorno in cui ci siamo incontrati. Mi hai lasciato andare. Mi hai incoraggiato ad andare, e io voglio lo stesso per te. Voglio che tu segua la tua passione invece che il tuo cuore.”


9 Novembre non è solo il titolo di questo romanzo. E’ un inizio, è una fine. Ben e Fallon accetteranno il loro passato, riusciranno a salvarsi dando a quel 9 Novembre un nuovo significato.
Che dire, un passettino alla volta, e ci stiamo avvicinando alla conclusione di questa recensione un po' fuori dagli schemi. Ma le emozioni sono tante e voglio che ve  le godiate una per una, perchè i romanzi della Hoover non sono delle semplici parole scritte su un pezzo di carta, sono lezioni di vita. Potrete capirmi solo se leggerete questo libro, perché niente di quello che potrò dirvi, renderà giustizia a 9 Novembre.
“Non si può dare la caccia a chi non fugge, Fallon.”


Amate Ben e Fallon, amate le loro scelte, i loro ostacoli, le loro paure. Amateli perchè nonostante la vita troppo spesso sia ingiusta, loro hanno avuto il coraggio di affrontarla, di viverla anche quando questa gli ha forse voltato le spalle. A volte succede, ma sicuramente quello che vi aspetta dopo ripagherà ogni singolo dolore. Andate avanti, perchè anche la notte più buia è illuminata da una stella.

E se ci rivedessimo l'anno prossimo in questo giorno? E l'anno dopo ancora? Per cinque anni. Stessa data, stessa ora, stesso posto. Riprenderemo da dove avremo lasciato stasera, ma solo per un giorno. 

Okay, momento zen terminato. Grazie mille a te lettore per essere arrivato fin qui, se la recensione ti è piaciuta, diventa nostro lettore, altrimenti leggi comunque la Hoover o ti perseguiteremo nei sogni stanotte U.U
Tutto il Walk in Wonderland vi saluta (Llì, Alessia & Raggio di Sole), alla prossima!

VOTO:
Troppo bello per essere classificato!


12 commenti:

  1. Che fantastica bellissima recensione!
    Anch'io ho amato questo libro. E' davvero bellissimo e quest'autrice è unica davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Hoover è inimitabile.
      Tutte le sue storie sono fantastiche ❤

      Elimina
    2. La Hoover è inimitabile.
      Tutte le sue storie sono fantastiche ❤

      Elimina
  2. Cavolo, perché la mia TBR è così lunga? Devo assolutamente trovare il modo di dare la priorità a questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo.
      La Hoover ha priorità di tutto

      Elimina
  3. Ho paura di leggere l'intera recensione, tuttavia ho dato uno sguardo agli estratti e niente...cosa devo fare con questa scrittrice se anche con due frasi mi fa sciogliere il cuore? L'ho ricevuto ieri e non appena smaltisco alcune letture arretrate mi fiondo su di lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi,leggi e non te ne pentirai ❤❤

      Elimina
  4. Ahhh Lilììì come faccio ora a resistere? Non ho ancora questo libro, io e la mia libreria siamo in lacrime! wow che recensione... unica! Voglio. Questo. Libro. Adesso. Punto. <3 <3 <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una storia indimenticabileeee. DEVI LEGGERLA!!!

      Elimina
  5. Finito stamattina prima di venire al lavoro. BELLISSIMO. Ho adorato i due protagonisti, ho riso e pianto con loro, sofferto, aspettato, sperato, capito. Lo straconsiglio.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo con te *.*
      Vorrei che non fosse mai finito!

      Elimina
  6. Ciao! Anche questo libro della Hoover mi è piaciuto, però non mi sono commossa. Probabilmente il libro che più mi ha sconvolta dell'autrice rimarrà Le coincidenze dell'amore...

    RispondiElimina