giovedì 14 luglio 2016

Recensione: Il problema è che ti amo - Jennifer L. Armentrout

Titolo: Il problema è che ti amo

Autrice: Jennifer L. Armentrout

Genere: New Adult

Casa Editrice: Nord

Prezzo cartaceo: 16.40

Prezzo ebook: 9.99

Pagine: 440

Data pubblicazione: 7 LUGLIO 2016







Da quattro anni, il silenzio è lo scudo che la protegge dal resto del mondo. Circondata dall'affetto dei nuovi genitori adottivi, Mallory Dodge ha cercato di superare i traumi del passato, di convincersi di non avere più bisogno di essere invisibile, ma le cicatrici dell’anima bruciano ancora e non le permettono di dimenticare. Ecco perché dover frequentare l'ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarà costretta a uscire dal guscio, la terrorizza. Tuttavia è proprio a scuola che accade l’inaspettato: tra i suoi nuovi compagni c’è Rider Stark, l’unico raggio di sole nella sua infanzia da incubo, il ragazzo che in più di un'occasione l'ha protetta dalla violenza del padre affidatario. Rider però è cambiato: ha un atteggiamento arrogante, una pessima reputazione e pare che sia invischiato in una rete di cattive compagnie. Anche se, dietro quella maschera da sbruffone, Mallory riconosce ancora il suo eroe d’un tempo… un eroe per di più molto affascinante.
Eppure gli anni trascorsi lontano da Mallory hanno segnato profondamente Rider, che ben presto si troverà davvero nei guai. E Mallory sarà la sola a poter fare la differenza. Ma riuscirà a far sentire la propria voce e a battersi per il ragazzo che ama, o la paura la farà tacere per sempre?



"Usa le parole", è questo quello che si ripete ogni giorno Mallory.
Lei è una ragazza che fino a tredici anni ha subito violenze che l'hanno gravemente segnata.
Fino a tredici anni ha vissuto in una famiglia affidataria, anzi ha vissuto in una casa dove non esisteva nessuna famiglia, ha vissuto con delle persone che prendevano bambini in affidamento semplicemente perchè in questo modo era più facile pagare le bollette.
Fino a tredici anni ha fatto finta di non esistere, si è nascosta negli angoli di quella casa fatiscente e ha cercato di rimanere sempre in silenzio.
Le parole sono rumore e Mallory non poteva far rumore, altrimenti sarebbe stata punita.
Parlare va contro tutto quello che l'è stato inculcato da piccola ma lei vuole diventare una persona migliore, una normale ragazza della sua età.


Adesso, vive con due persone che la trattano come se fosse loro figlia ed ormai fa parte della famiglia a tutti gli effetti.
Questo, però, non basta più alla ragazza, ha deciso di uscire dal suo guscio e di iscriversi a scuola per frequentare l'ultimo anno.

Ed è a scuola che tutto accade. Lei di certo non avrebbe mai immaginato di incontrare quella persona che ha sempre rappresentato una costante nella vita di quella casa maledetta... Ha ritrovato Rider, il suo eroe.
Quel bambino che aveva la sua stessa età, quel bambino che per distrarla le leggeva tutte le sere "Il coniglietto di velluto", quel bambino che era sempre stato picchiato al suo posto, il primo che si è accorto che Mallory ha una voce che valesse la pena ascoltare, quel bambino che aveva detto che l'avrebbe sempre difesa, fino a quella sera...


Quattro anni passati a tirare via uno strato di dolore dopo l'altro. Quattro anni per disfare dieci anni dischifo, per sforzarnmi di dimenticare tutto. Tutto tranne Rider, perchè lui meritava di non essere dimenticato. Ma faceva parte del passato: la parte buona del passato, un passat che tuttavia non volevo ricordare.

Quello che ci racconta l'Armentrout con questo libro non è una semplice storia d'amore che nasce fra due adolescenti sui banchi di scuola, è ben altro.
E' un libro che vuole celebrare l'amicizia, quell'esserci sempre l'uno per l'altra, anche quando magari non è possibile.
Per dieci anni Rider e Mallory ci sono stati tutto l'uno per l'altra e nei quattro anni di distanza il loro sentimento non è per nulla scemato.
Questo libro celebra l'amicizia e la forza, le seconde possibilità.

Celebra la forza perchè entrambi i protagonisti ne hanno passate di tutti i colori, arrendersi ad una vita infelice sarebbe stata la scelta più facile ma loro hanno deciso di riscattarsi.
Vedremo nei vari capitoli Mallory acquisire una certa sicurezza in se stessa, vedremo come ricomincerà a parlare, come costruirà nuove amicizie, come supererà i suoi limiti, la vedremo prendere decisioni per il futuro e soprattutto la vedremo aiutare Rider.

Fino a quel momento era sempre stato Rider ad aiutarla.
Questo ragazzo fin da subito ci appare forte, sembra che in realtà il suo passato non l'abbia condizionato ma alla fine capiremo che lui non si è mai accettato, che non ha mai creduto in se stesso, che si è sempre considerato una nullità.
Mallory farà capire a Rider che lui è molto più di quello che pensa di essere, che anche lui merita una seconda possibilità come quella che le hanno dato Rosa e Carle, anche lui ha un futuro.

 Due persone mi hanno adottata quando avevo quasi tredici anni. Non hanno visto una bambina spavenatata che non parlava. Hanno visto una figlia, la loro. Hanno dedicato ogni momento libero a cancellare i brutti ricordi e a scacciare gli incubi. Mi hanno aperto porte che fino a quel momento mi erano precluse, e hanno creduto in me. Hanno dimostrato che l'amore e la gentilezza possono essere donati senza aspettarsi nulla in cambio. Mi hanno insegnato a fidarmi e a non avere più paura.


Cosa posso aggiungere?
Jennifer Armentrout, per altri Lynn, è sicuramente una di quelle autrici che rappresentano una costante nel cuore di noi lettori.
Lei è semplicemente perfetta, scrive diversi generi, dal paranormale, agli young adult, ai new adult, e ogni singolo libro è meraviglioso. 

Quando ho visto che sarebbe uscito questo romanzo, non potevo che esserne entusiasta, quello che non sapevo era che sarebbero usciti TRE LIBRI di quest'autrice, con tre diverse case editrici nel giro di due giorni.
Già i numeri parlano.

E' un libro che va assolutamente letto ma dovrete prepararvi psicologicamente. Alla fine vi ritroverete in una valle di lacrime ma sarete ben felici di aver speso quelle stesse lacrime.
Il libro ti trascina in un turbine d'emozioni e fin da subito non riuscirete a non entrare in empatia con questi personaggi, tutti mi son piaciuti, forse tranne una ragazza psicopatica, ma questa è un'altra storia...

Fiondatevi subito su questo romanzo e su tutti gli altri dell'Armentrout perchè sicuramente ne varrà la pena.
 
ALESSIA









VOTO:

 
 

6 commenti:

  1. Non vedo assolutamente l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Armentrout... Come si fa a non amarla??

      Elimina
  2. lo so lo so lo so DEVO fiondarmi in libreria...il problema è il portafogli vuoto :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che i saldi in libreria non ci siano mai... xD

      Elimina
  3. Grazie per questa recensione, mi sono convinta ancora di più a leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee!! Almeno posso dire che nel mio piccolo servo a qualcosa xD

      Elimina