venerdì 7 luglio 2017

P.S I like you di Kasie West - Recensione




P.S. I like you

Kasie West
Genere: Young Adult
Editore: Newton Compton
Prezzo: Cartaceo ---€ - Ebook 0,99€
Serie: Autoconclusivo
Pubblicato: 29 Giugno 2017

Trama: Il sogno di Lily è comporre canzoni. Scrive versi ovunque le capiti. Anche durante le lezioni che proprio non riesce a digerire, per esempio quelle di chimica. Almeno fino al giorno in cui l’insegnante, esasperato dalla sua disattenzione, fa sparire dal suo banco qualsiasi oggetto possa distrarla: tutto tranne un foglio e una penna per prendere appunti. Ma la passione è più forte di tutto. E così Lily inizia ad appuntare versi sul banco, sperando che nessuno se ne accorga. Qualcuno però la scopre. Qualcuno che legge e aggiunge parole alle sue, sul banco. A ogni lezione di chimica. Tre volte a settimana. Quella che nasce tra Lily e il suo misterioso interlocutore è una vera e propria corrispondenza, che la entusiasma, le dà energia e la spinge a trasformare quelle frasi in testi di canzoni. Quanto può durare la magia?


Recensione

Da quanto tempo non leggevo un bel libro Young Adult? Forse troppo! 
Questo è un genere per me insidioso, alcune volte amo questi libri ma altre trovo il tutto sempre troppo banale.
Forse avrete sentito parlare di questo libro fino allo sfinimento ma per colpa degli esami questa lettura è stata un po' rimandata e quindi riesco a recensirvelo solo adesso, spero vi faccia lo stesso piacere.

Lily è una ragazza strana. Sì, la definirei proprio così. Forse, però, non è strana, è più che altro eccentrica, sempre con la testa fra le nuvole, sempre diversa rispetto agli altri ed una ragazza così non potrebbe che essere un uragano. 
Lily è sempre con la testa fra le nuvole perchè ama scrivere, scrive poesie, più che altro il suo sogno è trasformare quelle parole che viaggiano ininterrottamente nella sua testa in una canzone, vorrebbe diventare una songwriter.

Grande fonte di ispirazione per le sue canzoni sono le ore di chimica, lì il pensiero vaga ancora più veloce, sarà perchè non riesce proprio a porre attenzione quando si tratta di formule.
Un giorno sul banco di quella stessa aula di chimica scrive la frase di una canzone, il giorno dopo qualcuna la risponde, precisamente un ragazzo che ha i suoi stessi gusti musicali.
Inizia così una sorta di corrispondenza ed i due iniziano a conoscersi così, fra un messaggio e l'altro ed iniziano anche a piacersi, resta solo da scoprire chi si nasconde dietro alle misteriose lettere.

Le parole ci hanno riuniti. Mi hai affidato i tuoi segreti e poi mi hai rubato il cuore.

Se avete letto lo scorso W...W...W...Wednesday (QUI) saprete che ero molto scettica nei confronti di questo libro ed era davvero così...
Ero ormai a metà lettura quando ho scritto il post ma non mi ero ancora fatta una mia idea, non capivo se il libro mi stesse piacendo o meno.
Più che non piacere, pensavo che non fosse nulla di che e che le persone avessero un po' esagerato nel descriverlo.
Beh, oggi posso dire che mi sono sbagliata, anche le migliori cadono in errore....
Okay, sto esagerando!
Il libro dopo quella prima metà mi ha presa molto e me lo sono davvero divorato in una sola serata. Di per sè non ha nulla di speciale, è molto semplice ma forse è proprio questo a rappresentare il suo punto di forza.
Sì, ci vengono anche raccontati dei "drammi" familiari ma non sono niente di che, non ci sono tragedie, non ci sono storie strappalacrime, non ci si diverte nemmeno troppo leggendo ma c'è qualcosa che ti tiene incollato e ti strega, forse è incantato, non so.

Che dire, questo libro non ha fatto che confermare il mio amore smisurato per gli Young Adult e a fine lettura mi sono ritrovata a sospirare con tanto di occhi a cuoricini.
Ho solo due appunti da fare, prima di tutto l'epilogo... 
Io amo l'epilogo, però non sono fissata e non lo pretendo ma questa volta ci stava, ci son rimasta troppo male.
Il secondo appunto è più che altro personale, mi sento tanto vecchia leggendo Young Adult ma giustamente si deve parlare di adolescenti, quindi devo essere io ad accettare la mia età...

Ho pensato che se mi fossi fatto conoscere da te attraverso le lettere, senza che tu sapessi chi ero, alla fine magari saresti riuscita a perdonare i miei errori del passato. Tu hai fatto la stessa cosa. Perciò eccoci qui ad un bivio. Forse ho aggiunto un P.S. Mi piaci. Un sacco.



Beh, questo libro l'ho adorato e quindi fossi in voi darei una possibilià al nuovo romanzo di Kasie West!
 


VOTO: 

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Beh sì, avevi ragione, devo concedertelo ahahahah

      Elimina
  2. Sempre più incuriosita dopo la tua recensione. Assolutamente, devo leggere questo libro!

    RispondiElimina
  3. All'inizio pensavo che era una recensione così-così ma poi sono contenta che sia finito per piacerti! Devo recuperalo pure io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii e poi scrivimi come hai fatto per Carry on

      Elimina