giovedì 29 settembre 2016

C'è qualcosa nei tuoi occhi di Amabile Giusti - Recensione

Ebbene sì, il fatidico momento è arrivato! 20 SETTEMBRE 2016 e abbiamo finalmente potuto leggere "C'è qualcosa nei tuoio occhi", il secondo libro della serie "Tentare di non amarti". (RECENSIONE QUI)
Se nel primo romanzo i protagonisti indiscussi erano Marcus e Penny, adesso scopriremo qualcosa in più su Francisca, la ex galeotta che tanto amava Marcus.

Titolo: C'è qualcosa nei tuoi occhi
Autore: Amabile Giusti
Genere: New Adult
Editore: Amazon publishing
Prezzo cartaceo: 9.99€
Prezzo ebook: 4.99€
Data pubblicazione: 20 SETTEMBRE 2016
Serie: Tentare di non amarti #2

TRAMA: Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c’è dolore, violenza subìta e inflitta, c’è la delinquenza e c’è il carcere. E c’è un solo uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé.
Ma ora Marcus se n’è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità.
Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all’università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi “occhi di petrolio”, la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta.
Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d’amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. Una storia destinata a incrociarsi con la nuova vita dell’indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale dolcemente inaspettato.
Il sequel di Tentare di non amarti ci racconta una nuova vicenda di amore e riscatto: un viaggio profondo e toccante nell’animo inquieto dei suoi protagonisti così diversi... così uguali

Marcus è andato via, ha scelto Penny, all'oscurità ha preferito la luce, si è innamorato di un'altra e ora non è più suo.
Lui era il mio Nord, il mio Sud, il mio Est ed Ovest,la mia settimana di lavoro e il mio riposo la domenica,il mio mezzodì, la mezzanotte, la mia lingua, il mio canto;pensavo che l'amore fosse eterno: e avevo torto. 
Francisca da un giorno all'altro si ritrova senza l'uomo della sua vita, quello che per anni aveva combattuto con lei le sue battaglie, quella persona su cui ha sempre fatto affidamento, l'unica di cui si sia mai fidata. Ora l'ha perso ed in qualche modo deve pur ricominciare e Francisca ha scelto di partire da se stessa, di imparare dai suoi errori, di diventare una persona migliore, di trasferirsi, di trovare una nuova casa, un nuovo lavoro e soprattutto ha deciso di ripartire dalla poesia.
La poesia è quella cosa che adesso riesce a farla arrivare a fine giornata, senza di essa non potrebbe più vivere ed è per questo che è andata al college e ha deciso di studiarla, vuole scrivere un libro, mettere un po' in ordine tutta la sua vita incasinata, ma in fondo  lo sapete, la vita di tutti gli autori è incasinata, i poeti maledetti li chiamavano.
Adesso Francisca vive nella città di Emily Dickinson, frequenta il college e sembra tutto andare per il meglio fino a quando il suo prof non la farà andare in completa confusione.
Byron è un personaggio strano, prima di tutto è un Lord ma è anche un rockettaro, di giorno insegna poesia e di notte è il proprietario di una discoteca, la stessa discoteca in cui suona. Di giorno è un ragazzo sensibile ma di notte si trasforma in un vichingo.

Lei vorrebbe tanto odiare Byron, i suoi modi sempre educati, il suo interessarsi sempre alla sua vita, ma non ci riesce, ha scoperto delle sensazioni nuove, cose che non aveva mai provato, adesso ha capito che quello che c'era stato con Marcus non era abbastanza, ma vivere un nuovo amore, uno così profondo fa paura, perchè tutto finisce e il lieto fine esiste solo quando si parla di Cenerentola.

Se con "Tentare di non amarti" la Giusti mi aveva piacevolmente sorpresa, con questo libro non ha fatto che farmi capire quanto in realtà sia brava, quanto ancora abbia da dare al mondo dei romanzi e quanto ancora riuscirà ad emozionarci.
Come avevo detto per il libro precedente, il suo stile è impeccabile, anzi devo dire che in questo libro perfetto, solo una piccola cosa non mi è piaciuta, l'inizio. Non è stato decisamente con il botto, le prime trenta pagine mi hanno annoiata ma una volta entrata nel pieno della narrazione non sono riuscita a staccarmi dal libro, nemmeno per soddisfare le mie esigenze fisiologiche (cerco di essere più chic ultimamente) e non è una sensazione che le lettrici compulsive come me provano spesso.
Alcune volte le storie ci sembrano trite e ritrite e i romanzi finiscono per apparirci banali e scontati, ma con la Giusti non è così, non so cosa in realtà mi colpisca nei suoi romanzi, forse è proprio il suo modo di scrivere ad incantarmi, o il suo alternare momenti emozionanti ad alcuni un po' più forti ed erotici, il suo contrapporci persone diverse, a farci capire dapprima con Penny e Marcus ed in seguito con Francisca e Byron, che nella vita tante cose possono definirsi razionali ma che l'amore non può esserlo. Alcune volte ci si mette qualcosa, il destino, il fato, chiamatelo come volete, ma c'è qualcosa che accade, che fa scoccare quella scintille e quel qualcosa ci fa vivere storie d'amore bellissime, storie moderne che però sanno tanto di favola.

Parliamo anche di una Giusti poetessa. Ehi, non credo sia da tutti  scrivere anche una poesia così buona da riuscire a dar voce ai sentimenti dei propri personaggi.
Inoltre con un libro è riuscita a smontarci tutte le certezze che avevamo, a farci capire che le persone sono diverse, che non bisogna soffermarsi alla prima impressione,  Francisca non era solo una ragazzina un po' stronza (per usare un eufemismo) ma anche tanto altro.
L'autrice ha voluto donarci un vero e proprio insegnamento di vita grazie a questo libro, nella vita non bisogna MAI FERMARSI ALLE APPARENZE!
Questo libro è spettacolare, così come il primo, e voi dovete assolutamente leggerlo. Fidatevi di me, questa storia farà sicuramente breccia nel vostro cuore. 





VOTO:
1/2

4 commenti:

  1. Ciao Alessia,
    a me è piaciuto moltissimo Tentare di non amarti ma ho odiato profondamente il personaggio di Francesca, un libro su di lei non so se riuscirei a sopportartlo...
    Tuttavia la tua recensione mi ha messo curiosità, magari ci penso un pò e poi decido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, ti dirò, anche io ero partita molto titubante e ho odiato tantissimo Francisca ma in questo libro la ragazza si riscatterà, merita tanto...

      Elimina
  2. Ciao Alessia che bella recensione <3 il primo libro non l'ho letto quindi li metto entrambi in wl ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely <3 comunque si, devi per forza leggerli

      Elimina