mercoledì 25 marzo 2015

Affari d'amore - Patrizia Violi

Autore: Patrizia Violi
Editore: Emma Books
Prezzo: 4,99 euro

TRAMA: Tre generazioni di donne disposte a tutto pur di vivere nel lusso. La nonna, Beatrice, reginetta di bellezza d’antan, è la matriarca che con il suo carattere volitivo e cinico detta legge. Ha addomesticato figlia e nipoti al credo di famiglia: meglio non lavorare ma cercare uomini sponsor. Isabella, la figlia, ex modella, è mantenuta da un ricco e gretto fidanzato che sopporta a stento. Mentre Angelica, la nipote prediletta, si è accasata con un uomo che ha il doppio dei suoi anni ma un bel conto in banca. Poi c’è Viola, la sorellina di sedici anni che arrotonda mettendo foto hard sul web. Ma questa ditta di belle senz’anima rischia il collasso quando irrompe un elemento destabilizzante: l’amore. Per la prima volta Angelica prova sensazioni mai sperimentate e pensa finalmente di ribellarsi alle squallide regole di famiglia. Il suo cuore congelato comincia a sciogliersi per Luca, un barista bello, giovane e spiantato. Uno scandalo per mamma e nonna, che non tollerano questo sciagurato cambiamento di rotta, perché sanno che il potere delle emozioni è pericoloso e ingovernabile. Per questo tentano in ogni modo di riportarla sulla “retta” via. Vinceranno le ragioni del cuore o quelle del portafoglio? Angelica abdicherà nel nome dell’interesse famigliare o si toglierà gli anelli di Pomellato per preparare insalate nel bar di Luca, il suo primo, vero grande amore?

LA MIA RECENSIONE: Studi scientifici dimostrano che i soldi fanno la felicità!!
Oookay, sono abbastanza d’accordo con questa affermazione. Molte liti nel nucleo familiare, oggi, nascono proprio dalle difficoltà economiche. Ma cosa sono i soldi se alla base di una famiglia non c’è amore? 
Oggi, mi vorrei soffermare non solo sull’amore tra due persone, ma anche sull’amore familiare, il primo che conosciamo e con cui ci approcciamo. 
Prima però, inizio con il raccontarvi questa storia!

Le protagoniste sono quattro donne, le donne Montarini. Beatrice, Isabella, Angelica e Viola, donne che sono disposte a tutto pur di vivere nel lusso.

Beatrice, nonna ormai settantenne, è la “matriarca” di questa famiglia. La sua filosofia è:
“Gli uomini sono dei deficienti e bisogna solo usarli, nella vita l’amore è l’inganno più grande”.
Lei, figlia di un’operaia e di un padre che ha approfittato della guerra per sparire, ha fatto della sua bellezza la sua fonte di reddito, grazie ad uomini ricchi e facoltosi.
Isabella, figlia quasi cinquantenne di Beatrice, è cresciuta sapendo che nella vita non doveva far altro che mantenersi giovane e bella per poter essere una “perfetta” mantenuta. 
Isa ha due figlie: Angelica e Viola.
Angelica ha ventidue anni ed è fidanzata da un anno con Mauro, un uomo ricco che ha più del doppio della sua età, convive ed ha ormai lasciato l’università. Amica di Angelica è Marta, che avrà un ruolo fondamentale in questa storia.
Viola è un’adolescente e non si è ancora accasata con nessun vecchio, vista la sua giovane età, ma la famiglia non fa altro che ricordarle che quello sarà il suo destino.

Ma siamo sicure che queste 4 donne sono indifferenti all’amore?

Beh, quello che penso è che Beatrice sia una donna ferita... Ferita dal suo passato, dal suo primo vero amore e che purtroppo, non riesce a provare dei sentimenti verso qualcun'altro. Se è una donna avida, non è stata solo colpa sua e, anche se sono sicura che in più di un’occasione la odierete, rimane una donna fragile che ha fatto della propria bellezza un arma per sentirsi più forte di quello che in realtà è.
Isabella  Ã¨ una donna senza carattere. E’ succube della madre, mai si sognerebbe di disobbedirle. La definirei un’eterna adolescente, ancora oggi non riesce ad affrontare una critica da parte della madre.
Viola è un’adolescente e posta foto hard su internet per soldi. Non è una cattiva ragazza, è ancora una bambina e, avendo come esempio le donne della sua famiglia, credo che sia normale che per soldi inizi a svendersi in rete. Questo purtroppo è un fenomeno triste che accade sempre più spesso. Ora però, non credo che questa sia l’occasione per parlarne.

Ad un certo punto, qualcosa nella storia e in un personaggio in particolare, cambia. Angelica si innamora!
Luca è un giovane barista e quello tra lui ed Angelica sarà un colpo di fulmine. Cosa sceglierà Angelica? La stabilità economica e l’approvazione della famiglia o un amore “irrazionale”?

Quando sei innamorata perdi la razionalità e quindi è più facile essere in balia degli eventi, della sorte.

L’amore è una trappola perché ti rende vulnerabile: può darti felicità ma anche toglierti tutto in un attimo.

Una storia che sicuramente fa riflettere tanto.  
L’autrice ci propone un racconto moderno ed al passo coi tempi. Chi non ha mai sentito dalle proprie madri o dalle nonne la celebre frase “Trovati uno ricco!!”?
Ora però voglio chiedere a queste donne, “cos’è la vita senza qualcuno con cui renderla degna di essere vissuta?”
L’amore sì, è qualcosa di irrazionale ma che ti rende estremamente felice e quando trovi la persona giusta non puoi lasciartela scappare! Povero… ricco… Che importa, l’importante è amarsi, l’importante è viversi, l’importante è ESSERE FELICI!
Ma poi, siamo sicure che queste donne con tutti i soldi e costosi regali siano felici? Certo, una borsa Gucci mi renderebbe davvero felice, ma poi? Cosa me ne faccio se dentro di me ho un vuoto che non riesco a colmare?

Da quello che ho potuto leggere, nella famiglia di Angelica, quella che regna non è certo felicità. Fra i vari componenti non c’è affatto amore ma quasi gelosia verso la nipote giovane e bella o la sorella che può permettersi di quello che vuole… Quindi al diavolo gli studi scientifici che dicono soldi= felicità! 
Bisogna circondarsi di belle persone e no di bei oggetti. E quando dico belle persone intendo quelle persone belle dentro, con dei valori, e quello di vendersi per soldi non è di certo un buon valore, è un fare la “escort”.
Come ho detto storia che fa riflettere tanto e che sicuramente non avrei voluto che finisse così presto. Mi sono affezionata molto a questi personaggi, e mi divertivo anche a psicanalizzarli un po’ xD
Lettura scorrevole, lo stile ti permette una lettura veloce e le parole ti trascinano con sé.
Quindi che dire… AFFRETTATEVI, LEGGETELO!!! Perché merita davvero tanto.
Ho letto che l’anno scorso Patrizia Violi era presente al  “Salone Internazionale di Torino”. Io quest’anno ci sarò e spero, a questo punto, che ci sarà anche lei. Sarebbe un onore conoscerla e riuscirmi a congratulare, di persona, per questo bellissimo libro. Kiss Kiss Alessia.

VOTO:

Questa recensione è stata scritta da ALESSIA

2 commenti:

  1. Grazie Alessia! Sono contenta che il libro ti sia piaciuto e grazie di aver aniamto la storia con le foto dei personaggi, le avevo proprio immaginate così :)
    A Torimo ci sarò il 15 all'evento di Emma Books e sarò felicissima di incontrarti.
    P.S. che bella la musica sul blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia Capolongo25 marzo 2015 15:15

      be che dire... allora non vedo l'ora che arrivi il 15 maggio ;) sarà un onore conoscerla...

      Elimina